martedì 14 febbraio 2017

Pizza 80% idratazione con il Cuisine Companion Moulinex

Come anticipavo, qualche post fa, questa è la pizza con impasto all'80% di idratazione.
Cosa significa 80% di idratazione? che i liquidi di questo impasto  corrispondono all'80% della farina utilizzata.
Ho usato una farina di tipo 1,  non ho incordato e non ho impastato molto.  Ho preso spunto da un ricetta che utilizzava solo un cucchiaio di legno e mischiava banalmente tutto, senza impastare.
Per questo motivo ho utilizzato il companion, per le altre due pizze, quella al 90% e quella al 100% ho utilizzato invece una vecchia impastatrice.

Vi lascio alla ricetta, seguiranno i post delle altre due pizze.
Buona cucina a tutti e alla prossima







Ingredienti per 1 leccarda, viene altina

  • 400g farina 1
  • 320g acqua fredda
  • 16g olio evo
  • 2g ldb fresco in cubetto
  • 10g sale

Procedimento

Mettere metà acqua nel boccale con la lama impasti e il lievito, vel 4 35gradi 5 min.
Aggiungere la farina avviare pastry p1 . Non si forma nulla.. Finito il programma aggiungere la restante acqua e i restanti ingredienti..
Avviare nuovamente pastry p1.. Si otterrà un composto molliccio molliccio..
Metterlo in una ciotola, ben coperto, nel frigorifero, in basso vicino alla frutta..
Lasciarlo lì per 26h.
Tirarlo fuori e farlo riposare  a temperatura ambiente per un'oretta...
Cospargere il piano di lavoro con farina di semola, versare l'impasto sopra la semola..
Sarà ancora semiliquido, ma si  sistema subito con le pieghe..
Si prende la parte a contatto con la semola e la si piega in avanti, poi quella sotto e i lati..
Come nel disegno sotto, per 3 volte, ma anche di più volendo, l'impasto prenderà consistenza sotto le vostre mani.


Stendere l'impasto nella leccarda e far lievitare in forno(con un pentolino con acqua calda) con la luce accesa per circa 3 ore..
Condire e Cuocere in forno ventilato 250 gradi per 20 min







sabato 11 febbraio 2017

Panini neri al latte

Passando davanti allo scaffale delle farine, sono rimasta attratta dalla farina di pane nero ai 7 cereali della spadoni, e così ne ho comprato un bel pacco.
Una volta giunta a casa, è rimasto un paio di giorni in dispensa, in attesa del suo destino. Non sapevo come utilizzarla.
Così girando per il gruppo di Fb Moulinex Cuisine Companion & C. Ricette per tutti i gusti (iscrivetevi, ci sono tante ricette da cui prendere spunto e non solo per il companion)ho visto la ricetta dei panini al latte di Letiza (si, sempre la Letizia che con molta cordialità e pazienza mi aiutata a preparare il mio primo pane), così proporzionando la sua ricetta (come prova non volevo farne tanti, ne ho fatti 9) e il suo procedimento, ho iniziato ad impastare con la farina nera ai 7 cereali... Una morbidezza che non vi dico.

Vi lascio alla ricetta
Buona cucina a tutti e alla prossima




Ingredienti
  • 20g olio evo
  • 250g farina (125 kamut e 125 pane nero spadoni ai 7cereali)
  • 140ml latte
  • 3g di pasta madre essiccata(paneangeli) oppure lievito di birra fresco
  • 3g sale
  • Miele
  • Semi di sesamo
  • Semi di lino

Procedimento

Inserire la lama impasti nel boccale con il latte impostare 35 gradi vel 2 5 min.
Aggiungere il miele e il lievito, vel 4 40gradi  2,5 minuti..
Aggiungere le farine il sale e l'olio. Avviare pastry p1 fino a quando si forma la palla...



Far lievitare per 4 ore, successivamente formare le palline ripiegando l'impasto su se stesso, spennellare con il latte e cospargere con semi di lino e sesamo. Far lievitare per altre 2 ore..




Infornate in modalità statica per circa 20 min a 180 gradi. Io ho fatto palline da 50g, perciò ho tenuto un po' meno..
Dimenticavo.. Durante la cottura tenere in forno un pentolino con dell'acqua...

giovedì 9 febbraio 2017

Plumcake di grano saraceno con mele e carote

Esperimento del giorno.
Ho comprato, tempo fa, un bel pacco di farina di grano saraceno (non penso sia lo stesso tipo che si usa per fare la polenta taragna), in casa avevo due mele rosse solitarie ed una carota vagante, ah si anche un misero pugnetto di farina di mandorle..
Così ho preparato questo plumcake, che devo dire di sapore particolare, si sente molto l'aroma integrale della farina, e dal retrogusto delicato che penso sia dato dalle mele. Una parte di impasto l'ho mischiato con cacao amaro  e devo dire che la morte sua, perciò la prossima volta tutto con il cacao, diciamo che smorza un po' il sapore del grano saraceno se non si è abituati.
Il giorno dopo, il pezzettino avanzato, era ancora morbido, nonostante non abbia montato le uova nel procedimento, si perchè è proprio un dolce last minute, a parte la cottura, butta tutto dentro e mischia..

Vi lasco alla ricetta.
Buona cucina a tutti e alla prossima




Ingredienti
  • 275g di farina di grano saraceno
  • 2 cucchiai di farina di mandorle (opzionali)
  • 2 uova
  • 90g di olio
  • 120g di zucchero
  • 1 carota
  • 2 mele rosse
  • 1 bustina di lievito vanigliato
  • Un cucchiaio bello colmo di cacao amaro.

Procedimento

Inserire la lama impasti con la carota e le mele a pezzi dopo averle pelate e sbucciate, 




avviare pulse per 20 secondi. 



Con la spatola riportare verso il basso e aggiungere tutti gli ingredienti tranne il cacao. 


Avviare pastry p3



Versare il composto(non tutto) in uno stampo da plumcake foderato con carta da forno bagnata e strizzata.  Nel composto rimasto nel boccale, sarà più o meno 1/3, aggiungere il cacao e mescolare. Prendere l'impasto con il cucchiaio e metterlo dentro l'impasto chiaro, ma proprio dentro con il cucchiaio..


Infornare a 180 gradi modalità statica per 50 minuti, vale sempre la prova stecchino.. L'ho tenuto 55 minuti.. 
La particolarità di questo dolce sta proprio nella ruvidita' della farina di grano saraceno..

Come vedete dalla manina,  stato un dolce gradito..

mercoledì 8 febbraio 2017

Lasagna al forno con il Companion


Lasagna con il Cuisine Companion.

Ricetta molto semplice se si usa il robot per ragù, besciamella e la pasta già pronta..
Per la pasta mi trovo bene con le sfoglie secche dell Barilla, però non le metto direttamente in forno come è indicato, ma le faccio prima leggermente sbollentare, un minuto basta, poi le adagio su un canovaccio ad asciugare.

Faccio i classici strati besciamella, ragù, formaggio grana grattato. sfoglia e così via, finendo con ragù e una generosa porzione di formaggio.

A casa mia la lasagna piace piuttosto asciutta, non deve rilasciare olio, besciamella e liquidi vari nel piatto.

Per il ragù ho seguito questa ricetta  'Ragù di carne con il companion' clicca per la ricetta, regolandomi con le quantità da mettere nella lasagna.

Invece per la besciamella ho usato la ricetta senza burro clicca per la ricetta,  l'ho usata tutta.

Questa lasagna  da 4 porzioni.

Per la cottura ho seguito le indicazioni della pasta, anche se era sbollentata, cuocendo prima con la stagnola e poi gli ultimi minuti senza.

Buona cucina a tutti e alla prossima

lunedì 6 febbraio 2017

Pizza di Letizia con il Cuisine Companion

Buongiorno a tutti,
ho fatto una serie di pizze che vi presenterò poco per volta, sono rimasta indietro con il blog, la prima è la pizza fatta con la ricetta di Letiza del  gruppo fb 'MOULINEX CUISINE COMPANION & C. RICETTE PER TUTTI I GUSTI' clicca per iscriverti, che è quella che vi mostrerò oggi.
La seconda è una con idratazione al 80% quasi senza impasto e fatta con il companion, mentre la terza pizza è al 90% di idratazione impastata con una vecchia impastatrice.
Prossimamente proverò una idratazione al 100%, speriamo in bene.

Buona cucina a tutti e alla prossima


Ingredienti

  • 275g di acqua
  • un cucchiaino di zucchero
  • 6 gr di lievito di birra fresco,
  • 500g di farina (ho fatto metà semola rimacinata e metà farina di tipo 1)
  • 35g di olio evo
  • sale


Procedimento iniziando alle ore 12:00

Inserire nel boccale la lama impasti, versare l'acqua, lo zucchero e il lievito, avviare a 40° vel 4 per 2 minuti e 1/2.
Aggiungere la farina, l'olio e il sale, avviare pastry p1.
Far lievitare in in contenitore coperto, io lo metto in forno con un pentolino di acqua calda, fino alle oore 17:00.
Stendere la pizza su un piano infarinato ripiegandolo su se stesso un paio di volte per far incamerare l'aria.
mettere l'impasto nelle teglie e far lievitare ancora fino alle 19.30.


Condire la pizza come si preferisce, cuocere alla massima potenza del forno, modalità ventilata per 15 min, poi aggiungere la mozzarella e farla sciogliere, bastano 5 minuti scarsi.

La modalità di cottura è quella che uso io, la ricetta di Letizia prevede 250° inforno statico.

Con queste dosi ho ottenuto una leccarda e una teglia più piccola





sabato 4 febbraio 2017

Spezzatino di pollo e patate


Spezzatino di pollo con patate , praticamente ho seguito la ricetta classica dello spezzatino con le patate, cioè questa Spezzatino con le patate ricetta clicca quì.

Dopo aver provato lo spezzatino di maiale, ho voluto sperimentare quello con il pollo.
non è male,  molto tenero anche se fino ad ora il voto più alto, per lo spezzatino, se lo aggiudica quello di maiale ( per la ricetta clicca qui),  e' stato davvero un successo..

Buona cucina a tutti e alla prossima.

venerdì 3 febbraio 2017

Chiacchiere ripiene (risoli)

Premetto che non ho mai fatto dolci di Carnevale in vita mia, però sulla rivista 'Sale e Pepe' ho trovato questa ricetta che mi ha colpita. Si può fare banalmente a mano dato che ho usato il companion solo per impastare, a proposito devo avere usato uova troppo piccole, infatti ho dovuto completare la palla a mano, ma poco importa.
Questi dolci sono venuti talmente buoni che il maritozzo non credeva fossero fatti in casa, soddisfazione alle stelle..
Per la farcitura ho usato la crema ai pinoli 'Babbi', ma si può utilizzare nutella, marmellata, qualunque cosa.

Buona cucina a tutti e alla prossima.


Ingredienti per 4 persone

  • 200g di farina
  • 1 uovo
  • 25g di burro
  • 50 ml di latte
  • 3 cucchiai di zucchero fine
  • crema di pinoli 'Babbi'
  • olio per friggere


Procedimento

inserire nel boccale la lama impasti con la farina, l'uovo, lo zucchero, il latte e il burro fuso


lavorare l'impasto vel 5 fino a quando non si forma la palla, io ho dovuto finire a mano, suppongo sia dovuto alla dimensione dell'uovo, infatti avevo preso il più piccolo, ma non è un problema, bisogna solamente compattare l'impasto avvolgerlo nella pellicola e farlo riposare in frigo un'oretta.


Con la macchina per la pasta, o il mattarello, tirare la sfoglia ad uno spessore medio (la tacca centrale della macchina), spolverandoli di farina tra un passaggi e l'altro.


Fare dei mucchietti di crema sulla pasta, distanziandoli tra loro, spennellare i bordi con pochino di latte, ma appena appena, chiudere e tagliare con la rotella.


Friggerli in abbondante olio caldo girandoli un paio di volte.
Cospargere con lo zucchero rimasto